domenica, 19 novembre 2017 [1] Mappa del sito [2] Stile pagine [3] Pagine visitate
08/11/2017

Antica Fiera di San Martino
Il paesaggio della biodiversità


IL PAESAGGIO DELLA BIODIVERSITA’

Il territorio rurale: scrigno di biodiversità e sistema ecologico diffuso

Padiglione Villoresi, domenica 12 Novembre, ore 17.30

Programma
Il paesaggio espressione della biodiversità: Ricreare l’equilibrio di sistema dell’agricoltura nel nostro territorio
Claudia Sorlini, presidente “La Casa dell’Agricoltura”

L’acqua linfa del paesaggio: La marcita emblema di un sistema di valorizzazione dell’acqua in
equilibrio tra agricoltura storia e ambiente
Paola Branduini, Dipartimento ABC Lab. Parid Politecnico di Milano

Agricoltura a mosaico o a tinta unita? L’approccio agroecologico nella storia dei sistemi agricoli quale innovazione per l’agricoltura di oggi
Stefano Bocchi, Dip. di Scienze e Politiche Ambientali (ESP), Uni MI

Una storia Biologica... Fatiche e successi di una azienda agricola sulla via del biologico, dagli albori ad oggi
Gabriele Corti, Cascina Caremma
Segue dibattito


Ai tempi dei nostri nonni il paesaggio agricolo doveva essere bellissimo: ovunque filari di gelsi per l’allevamento dei bachi da seta, filari di viti,appezzamenti dedicati agli orti, piante da frutta, boschetti e fasce boscate di robinie da cui si ricavava il legno per gli attrezzi… Poi arrivò la coltivazione intensiva: arature profonde con mezzi meccanici, diserbanti e pesticidi a tener lontane piante “infestanti” ed insetti, concimazioni a base di prodotti chimici. Ed il paesaggio è diventato un’unica distesa di campi dove la diversità biologica si è progressivamente ridotta ai minimi termini. Ora si sta tentando di riportare nel paesaggio la biodiversità, che non è un ritorno al passato, ma un viaggio verso l’unico futuro possibile, se vogliamo nutrirci in modo sano e che il nostro pianeta sopravviva. La Prof. Claudia Sorlini, che è stata membro del Comitato Scientifico di EXPO e Preside della Facoltà di Agraria dell’ Università degli Studi Milano, introdurrà l’incontro parlandoci di come il paesaggio sia l’espressione dell’agricoltura che vi si pratica, e di come sia necessario ricreare l’equilibrio del “sistema ambiente” nel nostro territorio; la Prof. Paola Branduini del Laboratorio PARID del Politecnico di Milano ci illustrerà la funzione dell’acqua come elemento che ricuce le tracce della biodiversità, prendendo l’esempio a noi familiare della marcita, assai comune nella valle del Ticino, come emblema di un sistema di paesaggio costruito sulla valorizzazione dell’acqua in equilibrio armonico tra agricoltura e ambiente; il Prof.
Stefano Bocchi del Dipartimento ESP dell’Università degli Studi di Milano ci illustrerà i vantaggi che si possono ricavare da un’agricoltura “a mosaico”, con piccole partiture poderali come è la nostra, rispetto a quella “a tinta unita”, che pratica la monocoltura; Gabriele Corti della Cascina Caremma, ci racconterà l’esperienza della sua Azienda Agricola Biologica (una delle prime in Lombardia) e di come si è evoluta nel rispetto dei sistemi agroecologici presenti, producendo innovazione attraverso i continui cambiamenti che questo processo ha reso necessari.


Note organizzative
Per informazioni: Giovanni Molina, dottore agronomo 348 7833765 - giovanni.molina@alice.it
l’evento è organizzato in collaborazione con la Federazione Regionale degli Ordini dei dottori agronomi e dei dottori forestali della Lombardia
[torna in alto]