mercoledì, 19 settembre 2018 [1] Mappa del sito [2] Stile pagine [3] Pagine visitate
10/03/2015

Cinema e buddismo

Cinema e Buddismo  è il tema della iniziativa culturale del Cinema Teatro Brera

Oggi, come mai nel passato, è in atto l’incontro,a volte lo scontro, di culture, religioni e popoli.

Nel primo incontro Luciano Mazzocchi, per vent’anni missionario in Giappone e animatore a Desio di “Vangelo e Zen”, comunità di dialogo interreligioso, ci introdurrà al tema commentando immagini significative.
Nelle sere successive, tre film di grande valore artistico ( "Arpa Birmana", "Samsara" e "Primavera, estate, autunno, inverno... e poi ancora primavera" ) con introduzione e dibattito a cura di Giulio Martini.

Per la cultura dell’occidente, criterio di verità è il principio di non contraddizione. Per l’Oriente la contradizione è addirittura la garanzia che si sta guardando nella direzione giusta: la verità è sintesi di opposti. E possibile un dialogo?

CALENDARIO

 

Giovedì 5 marzo 2015
Ore 21.00
Incontro con Luciano Mazzocchi  Fotografia LUciano mazzocchi
Giovedì 12 marzo 2015
Ore 21.00
"Arpa Birmana"
Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, in Birmania, un soldato giapponese dopo aver assistito alla carneficina del proprio reparto, che aveva preferito essere sterminato pur di non arrendersi al nemico, decide di farsi bonzo per dedicarsi al culto dei morti.
 Locandina
Giovedì 19 marzo 2015
Ore 21.00
"Samsara"
Un monaco buddista riemerge da tra anni di meditazione solitaria. Incontra una donna bellissima di cui si innamora e che risveglia i suoi desideri sessuali. Abbandona il tempio per sposarla e insieme hanno un figlio. Ma per l'uomo la vita quotidiana non é facile a Ladak, regione del Kashmir a 4500 metri di altitudine.
 Locandian
Giovedì 26 marzo 2015
Ore 21.00
"Primavera, estate, autunno inverno e poi ancora primavera...e ancora primavera"
Sullo sfondo di un monastero coreano da sogno, immerso in una foresta, la vita è ritratta e fermata nel suo scorrere, che sembra seguire il ritmo delle stagioni. Un monaco bambino apprende, dall'insegnamento del Vecchio Monaco, il senso della vita (Primavera). A 17 anni conosce l'amore e il sesso (Estate). A 30, colpevole di omicidio, torna in cerca di pace ed espiazione (Autunno) e, infine, ormai vecchio, accoglie il figlio che una donna sconosciuta abbandona sulle scale del monastero (Inverno). Un monaco bambino e uno vecchio, di nuovo. Il ciclo della vita ricomincia.
 Locandina
[torna in alto]