lunedì, 23 ottobre 2017 [1] Mappa del sito [2] Stile pagine [3] Pagine visitate

Residenza

ufficio competente: Anagrafe - Autocertificazione - Statistiche e Censimenti

Nuove norme in materia di trasferimenti di residenza


L'art. 5 del decreto legge 9 febbraio 2012 n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012 n. 35, ha introdotto nuove norme riguardo alle modalità per le richieste di:
  • iscrizione anagrafica con provenienza da altro Comune, dall'estero, dall’AIRE e cambio di abitazione nell’ambito del Comune;
  • emigrazione all'estero;
Con decorrenza 9 maggio 2012 le dichiarazioni anagrafiche devono essere effettuate esclusivamente attraverso la compilazione di moduli scaricabili dal sito internet comunale.

I moduli, correttamente compilati, possono essere presentati in uno dei seguenti modi:
1. presentazione allo sportello dell'Ufficio Anagrafe;
2. a mezzo raccomandata all’indirizzo del Comune: Via Sen. G. Marcora 40 – 20010 INVERUNO (MI)
3. via fax al n. 02 97285950
4. per via telematica al seguente indirizzo:
  comune.inveruno@legalmail.it
esclusivamente ad una delle seguenti condizioni:
- che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
- che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica
certificata del dichiarante;
- che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice;
- che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione.

La dichiarazione deve essere sottoscritta dal richiedente e dalle persone maggiorenni che insieme a lui trasferiscono la residenza.
- Il modello della dichiarazione deve essere compilato in ogni parte obbligatoria ed in maniera leggibile e ad esso devono essere allegate le copie dei documenti di identità di tutti i sottoscrittori. In caso contrario la dichiarazione è considerata irricevibile e non è possibile procedere alla relativa registrazione anagrafica.
Rimane l’obbligo della variazione di residenza sulla patente e/o carta di circolazione dei veicoli in proprietà/comproprietà; è indispensabile che nel modello della dichiarazione siano indicati gli estremi dei suddetti documenti in maniera chiara e leggibile; è comunque possibile allegare una fotocopia
Gli effetti giuridici delle variazioni di residenza decorrono dalla data di presentazione della dichiarazione compilata e trasmessa correttamente.

Si ricorda che non possono essere accettate le dichiarazioni incomplete.

Il Comune, entro 45 giorni dalla ricezione della dichiarazione, procede all'accertamento della residenza, tramite la Polizia Locale.
Trascorso tale termine senza che siano inviate comunicazioni negative, si considera confermata definitivamente la residenza, per il principio del silenzio-assenso di cui all’ art. 20 della legge 241/1990.
In caso di accertamento negativo, previa comunicazione da parte del Comune ai sensi dell’art. 10-bis della legge 241/1990:
- gli interessati decadono dai benefici acquisiti, con ripristino della situazione anagrafica precedente;
- l’Ufficio ha l’obbligo di trasmettere gli atti all’Autorità Giudiziaria per l’accertamento della responsabilità penale del dichiarante conseguente a dichiarazioni non veritiere, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000;
- è inoltrata segnalazione alle Autorità di Pubblica Sicurezza in relazione alle discordanze tra le dichiarazioni rese e gli esiti degli accertamenti eseguiti, come previsto dal regolamento anagrafico.

[torna in alto]